La militanza all’estero celebra il Lula Day e la campagna

lula-day-post
Sommario

Alla vigilia del secondo turno delle elezioni presidenziali del 2022, decisive per il futuro della democrazia in Brasile, la militanza del PT e i simpatizzanti delle correnti del progressismo democratico all’estero si stanno mobilitando per celebrare la quarta edizione del Lula Day.
In diverse città del mondo, il 27 ottobre, quando Lula compie 77 anni, si svolgeranno eventi per commemorare l’evento e difendere l’eredità delle conquiste politiche e sociali che caratterizzano la traiettoria del leader politico e dei governi del Partito dei Lavoratori in Brasile. Il “Mandela Day” che si svolge ogni 18 luglio in Sud Africa in onore del leader politico che ha liberato il Paese dall’apartheid ha ispirato la creazione del Lula Day.
Il Lula Day nasce dall’iniziativa di attivisti all’estero come la brasiliana Giuditta Ribeiro, che vive in Italia da oltre vent’anni e tiene viva la fiamma della militanza e dell’azione politica a favore della democrazia e dei diritti umani in Brasile e nel mondo. Con instancabile dedizione, Giuditta, dalla sua casa di Verona, supera quotidianamente, tra l’altro, le sfide del fuso orario tra paesi per seguire in tempo reale i principali eventi e stabilire i contatti necessari per un’azione politica costante e aggregativa.
È innegabile che la militanza all’estero giochi un ruolo molto importante nella proiezione internazionale di cause rilevanti per la società brasiliana, come la democrazia, l’uguaglianza, la lotta al razzismo, la xenofobia e ogni forma di pregiudizio e discriminazione, stimolando anche la solidarietà Internazionale.
La crescita del 39%, rispetto al 2018, del numero di brasiliani espatriati registrati per votare all’estero alle elezioni presidenziali del 2022 ha portato alla cifra di 697.000 elettori, cosa che ha imposto alle autorità brasiliane di installare 989 seggi elettorali in 159 città in 98 paesi. Il giorno del primo turno delle elezioni, i giornali hanno raccontato delle lunghe file ai seggi elettorali di città come Parigi, Lisbona, Miami e di altre in tutto il mondo.
Il candidato Luiz Inácio Lula da Silva, che ha ottenuto il primo posto nel conteggio dei voti al 1° turno in Brasile, ha vinto anche nel conteggio generale dei voti all’estero, con la vittoria in Paesi come Francia (84,92%), Portogallo (84,92%), Spagna (67,89%), Italia (52,02%), Germania (82,35%), Svezia (79,49%) Polonia (79,48%), Inghilterra (61,39% ) e Paesi Bassi (80,99%).
Quest’anno, il Lula Day, il cui motto è “La festa della speranza”, auspica che i festeggiamenti del 27 siano forieri del grande partito della democrazia del 30. Gli eventi si svolgeranno in Italia, Germania, Francia, Belgio, Spagna, Svizzera, Regno Unito e altri.
I Comitati partecipanti al momento della stesura di questo articolo sono: Comitato Popolare Lotte Elas con Lula Presidente – Germania, Comitato Lula Day Ravenna – Italia, Comitato Popolare Lotte Lula Presidente Berlin, Núcleo di Esperienze Studio e Lotta del PT Verona con Partito della Rifondazione Comunista Verona, Comitato Lula Day Bruxelles, Comitato Popolare per le Lotte della Galizia – Spagna, ALMAA-Parigi, Comitato Internazionale Lula Livre Ginevra – Suisse, A festa da Esperança – militanza indipendente belga e Comitato Lula 13 Uk. La grafica che rappresenta l’identità visiva del Lula Day è stata creata dall’esperto fumettista Fernando Carvall.
La speranza nella ricostruzione del Brasile, mettendo in moto le sue forze migliori, è ciò che motiva tutti. Verso la vittoria!

Arnaldo F. Cardoso