Newsletter

Search

Ci vediamo in agosto, Gabriel García Márquez

Sommario

Gabriel Garcia MarquezNel panorama letterario mondiale, pochi nomi brillano con la stessa intensità di quello di Gabriel García Márquez. L’autore colombiano ha lasciato un’impronta indelebile nella storia della letteratura, incantando i lettori con le sue storie ricche di magia, realismo e profondità umana. Per festeggiare il suo compleanno (6 marzo), la casa editrice Random House ha deciso di onorare il suo ricordo pubblicando il suo romanzo postumo Ci vediamo in agosto.

La decisione di pubblicare quest’opera è stata annunciata durante la Fiera del Libro di Francoforte nel 2023, un evento che ha attirato l’attenzione degli appassionati di letteratura di tutto il mondo. Questo gesto commemorativo è stato accolto con gioia e aspettativa dai fan di García Márquez, ansiosi di immergersi nelle pagine dell’ultimo lavoro dell’autore.

Secondo quanto dichiarato da Pilar Reyes, direttrice editoriale di Random House, il lancio del romanzo è avvenuto simultaneamente in diverse parti del mondo, dal Sud America all’Europa, dall’Asia all’Africa. Questo gesto simbolico sottolinea l’importanza e l’impatto globale dell’opera di García Márquez, che continua a influenzare e ispirare lettori di ogni età e provenienza.

Ci vediamo in agosto è stato accolto con grande interesse e attesa dai critici letterari e dagli studiosi, che hanno riconosciuto l’importanza di questo lavoro nel contesto dell’opera complessiva di García Márquez. Questo romanzo postumo, lungo poco più di cento pagine, è stato scritto in parallelo ad altri capolavori dell’autore, come Memorie delle mie puttane tristi e Vivere per raccontarla. La sua pubblicazione postuma è stata resa possibile grazie all’impegno e alla dedizione dei figli dell’autore, Gonzalo e Rodrigo, che hanno lavorato a stretto contatto con l’editore Cristóbal Pera per portare a compimento questo progetto.

La trama di Ci vediamo in agosto ruota attorno alla vita di Ana Magdalena Bach, una donna che ogni anno visita la tomba di sua madre su un’isola remota. Attraverso le vicende di questa protagonista, García Márquez esplora temi universali come l’amore, la perdita, e la ricerca di significato nella vita. Secondo quanto riportato dal portale di Penguin Random House, il romanzo è “un inno alla vita, alla resistenza del piacere nonostante il passare del tempo e al desiderio femminile”.

Ci vediamo in agosto è anche un omaggio a due grandi figure: il compositore Johann Sebastian Bach e lo scrittore William Faulkner. Il nome della protagonista del romanzo, Anna Magdalena Bach, richiama la figura della seconda moglie di Bach, celebre per i suoi contributi alla musica. Inoltre, il titolo stesso del romanzo è un riferimento alla famosa opera di Faulkner, Luce d’agosto, che ha influenzato profondamente García Márquez nella sua formazione letteraria.

Ci vediamo in agosto rappresenta non solo un’opera postuma di uno dei più grandi scrittori del Novecento, ma anche un tributo alla sua vita, al suo talento e alla sua eredità letteraria.

In Italia è pubblicato da Mondadori.

Ana Parra

Post correlati

Ho ucciso un cane in Romania, Claudia Ulloa Donoso

Ho ucciso un cane in Romania dell’autrice peruviana Claudia Ulloa Donoso e pubblicato in Italia dalla casa editrice Polidoro Editore nella traduzione di Massimiliano Bonatto,

Bestiole, Kianny N. Antigua

Ha scritto John Berger che un’alta posta in gioco e un margine di manovra ridotto, quando sussistono assieme, generano a volte grandi risultati. Si riferiva

Febbre di carnevale, Yuliana Ortiz Ruano

Yuliana Ortiz Ruano è una scrittrice ecuadoriana nata a Limones, Esmeraldas. Ma è anche poetessa, e i suoi libri di poesie Sovoz (2016), Canciones desde

Attualità

Afrodiscendenza

America Latina