Newsletter

Search

Religioni autoctone dell’America Latina: storia e caratteristiche distintive

religioni autoctone dell'America Latina
Sommario

L’America Latina è una regione molto diversa culturalmente e religiosamente, con una grande varietà di credenze e pratiche religiose. Il cattolicesimo è la religione dominante nella regione, ma esistono anche numerose altre credenze religiose che hanno radici profonde nella cultura e nella storia latinoamericana. In questo articolo esploreremo alcune delle religioni “minori” praticate in America Latina.

Le religioni di origine indigena

Le religioni di origine indigena sono state praticate in America Latina per secoli prima dell’arrivo dei colonizzatori europei. Alcune fra le più comuni includono il culto degli antenati, lo sciamanesimo, il curanderismo e il vudù, si basano sulla connessione tra l’uomo e la natura e spesso includono la pratica di rituali e cerimonie per placare gli spiriti e chiedere loro aiuto e protezione.

  • Il Santo Daime: religione nata in Brasile nel 1930, si basa sulla fede in Dio e sull’uso dell’ayahuasca, una bevanda psicoattiva utilizzata in cerimonie religiose. Questo culto si basa sulla filosofia del “ritorno alla natura” e sulla connessione tra l’essere umano e l’ambiente circostante. Il Santo Daime è stato influenzato dalla religione indigena, dal cristianesimo e dallo spiritismo.
  • La Santeria: religione afrocubana che combina elementi della religione yoruba e del cattolicesimo. I suoi seguaci credono in un pantheon di Orishas, divinità spesso rappresentate con elementi cattolici come santi o angeli e che rappresentano forze della natura e della vita umana, spesso adorati attraverso la pratica di rituali (includono la danza, la musica, la possessione e il sacrificio di animali) e offerte. Diffusa principalmente a Cuba e in altre zone dei Caraibi, questa religione sincretica combina elementi delle credenze africane, indigene e cattoliche.
  • Il Candomble: religione brasiliana di origine africana che mescola elementi del cristianesimo e della religione yoruba. Gli aderenti al Candomble credono in un pantheon di orixá, divinità che rappresentano forze della natura e della vita umana, e praticano rituali e cerimonie per adorarle. Il Candomble è stato vietato in Brasile durante l’epoca coloniale, ma sopravvisse grazie alla resistenza dei suoi fedeli.
  • La Umbanda: è una religione brasiliana che combina elementi del cattolicesimo, dell’indigenismo e dell’afrocubanismo. Gli aderenti alla Umbanda credono in un pantheon di spiriti e divinità, che rappresentano forze della natura e della vita umana. Questa religione è nota per la pratica di guarigione spirituale ed è molto diffusa in Brasile.

 

Infine, ci sono le religioni native delle Americhe, come la spiritualità Maya e Azteca in Messico e America Centrale, e la spiritualità dei Guarani in Sudamerica. Questi culti sono spesso basati sulla venerazione degli antenati, degli spiriti della natura e della terra, e sulla pratica di rituali sacri come il fumo di tabacco, la danza e la meditazione.

In sintesi, l’America Latina ospita una grande varietà di religioni, molte delle quali combinate con elementi delle credenze indigene, africane e cattoliche. Mentre il cattolicesimo rimane la religione dominante nella regione, queste altre religioni continuano ad avere un impatto significativo sulla cultura e la spiritualità della popolazione latinoamericana.

Luis Velasquez

 

*Illustrazione di Mara Honorato

Post correlati

Attualità

Afrodiscendenza

America Latina