Tre domande a Edicola Ediciones: una casa editrice con doppia identità.

edicola-post
Sommario

Edicola Ediciones è una casa editrice indipendente che nasce in Cile nel 2013 e a partire dal 2015 inizia il suo lavoro editoriale anche in Italia, stabilendo la sua sede a Ortona.
Ponte culturale fra l’America Latina e l’Italia, il catalogo di Edicola propone libri di autori del calibro di Gabriela Mistral e Pedro Lemebel, dando ampio spazio a importanti autori contemporanei fra i quali Lola Larra, Maria José Ferrada, Alejandra Costamagna e Nona Fernández.

Quale libro vi ha fatto capire di voler diventare editori e ha determinato la nascita di Edicola Ediciones?
Alice: L’uomo seme della scrittrice francese Violette Ailhaud, pubblicato in Italia da Fandango. Un librino sottile, che si divora in un’ora scarsa. Lo lessi che ancora non conoscevo Paolo né il suo progetto di far nascere Edicola. Mi innamorai della storia e della sua potenza lirica. Lo consigliai a tantissime persone. Quando Paolo mi chiese da quale libro volessi partire nella mia nuova veste di editrice non esitai e per la prima volta negoziai dei diritti di traduzione. Lo presentammo a FILSA, la fiera del libro di Santiago de Chile. Era il 2015. In Cile è ancora un libro molto amato, da un paio d’anni è distribuito in Messico e fra qualche mese arriverà anche in Argentina. (Edicola ha una doppia identità, un doppio catalogo e una doppia sede e pubblica libri sia in Italia che Cile e Argentina).

Quali difficoltà incontra una casa editrice indipendente che pubblica principalmente letteratura latinoamericana in Italia?
La nostra cultura e quelle del Latino America (perché di tante culture diverse bisogna parlare) sembrano tradizionalmente più distanti rispetto al legame che il pubblico italiano ha con altri paesi. Non penso solo ai libri, ma anche a prodotti di maggiore diffusione, come i film, o l’arte, o il cibo. Probabilmente il lettore italiano sente più vicina una storia ambientata in Nord America rispetto a una che si svolge nel Cono Sur. Questo potrebbe voler dire che ci vuole più tempo per far conoscere il libro di un autore latinoamericano, ma la realtà è che quando una storia funziona, non c’è confine geografico che tenga!

C’è un libro in particolare che vorreste avere nel vostro catalogo ma che ha già pubblicato un altro editore?
Dopo Space Invaders e Chilean Electric, ci sarebbe piaciuto continuare a pubblicare i libri di Nona Fernández, una scrittrice che amiamo molto.
Per fortuna il lettore italiano può comunque leggere tutta la sua produzione.