Nunca turista, siempre viajero: tre domande a William Ramos

Share on facebook
Share on email
william
Sommario

Laureato in ingegneria delle telecomunicazioni e in possesso di un master in amministrazione d’impresa conseguito presso l’Università di Salamanca in Spagna, il dominicano William Ramos è il fondatore di Siempre Viajero RD, agenzia nata nel 2015 e il cui obiettivo è quello di sviluppare un turismo alternativo in Repubblica Dominicana, volto a mostrare ai turisti stranieri qualcosa di diverso da quello che offrono i pacchetti all-inclusive.

Creatore della serie “Nunca turista, siempre viajero” (mai turista, sempre viaggiatore), i video del suo canale Youtube offrono consigli sui luoghi da visitare e le escursioni da organizzare nell’isola caraibica, mostrandone il potenziale occulto e non ancora sviluppato in modo adeguato.

 

Secondo te l’avvento di internet ha aiutato o ha creato problemi al turismo e alla promozione turistica?

Senza dubbio è stato trascendentale e motivante nel far conoscere luoghi inesplorati sia del nostro Paese che del resto del mondo, dando voce a molte comunità e contribuendo come valida alternativa all’economia delle persone che vivono nei dintorni delle zone turistiche.

La parte negativa, come conseguenza della maggiore affluenza turistica, potrebbe essere la cattiva gestione dei residui, che a sua volta comporta il deterioramento dell’ecosistema e della fauna e la flora di determinati luoghi, per questo è fondamentale educare sia le persone delle comunità locali che i turisti a lasciare i luoghi così come li hanno trovati, se non addirittura a migliorarli.

Come viaggiatore, qual è stata l’esperienza che ha decisamente segnato la tua vita?

Varie occasioni di viaggio mi hanno segnato, ma un’esperienza senza dubbio trascendentale è stata l’aver percorso il Cammino di Santiago de Compostela quando avevo vent’anni, una camminata di oltre 850 kilometri iniziata alla frontiera con la Francia e terminata nel lato opposto della Spagna, a Santiago de Compostela appunto, completamente solo.

Un’altra esperienza epica è stata l’aver percorso 5.000 kilometri in moto nella zona dell’Himalaya, nel nord dell’India, dove ho potuto conoscere la profondità della cultura buddista e il misticismo che avvolge questa zona del Paese fino ad arrivare alla frontiera con il Pakistan.

Perché un viaggiatore dovrebbe scegliere la Repubblica Dominicana come meta del suo viaggio?

La Repubblica Dominicana è una sorta di terapia per le persone: clima privilegiato, spiagge dalle acque cristalline, gastronomia squisita, ma l’elemento più importante è il sabor e l’allegria della nostra gente.

Visitare la nostra isola significa staccare la spina, ballare, trovare amici, qui c’è sempre il tempo per bere un sorso di rum o una birra, non manca mai l’occasione per divertirsi e le sofferenze scompaiono appena si mette piede su questa terra.

Se si è alla ricerca di un’esperienza di vita, la Repubblica Dominicana è una valida opzione.

 

Instagram www.instagram.com/williamramosTV

YouTube www.youtube.com/williamramosespinal

Facebook. www.facebook.com/williamramosTV

TikTok www.tiktok.com/@williamramosTV